Pixel Art i programmi utili Open source

149
0

Ecco a voi un post molto interessante sulla Pixel art nello specifico sui programmi open source , cercando nel web dopo innumerevoli peripezie ho trovato tre programmi molto belli quanto utili allo scopo di creare capolavori in pixel.

Iniziamo a elencarli e a vedere le loro caratteristiche generali :

 

  • Grafx2: programma che si ispira a dei predecessori per Amiga il Deluxe Paint e Brilliance è specifico per disegni a 256-colori  utile per creare scenari e immagini per giochi è realizzato seguendo un’ interfaccia vecchio stile che piacerà sicuramente ad appassionati di retro-pc , disponibile per Windows , Linux e altre piattaforme con la possibilità di consultare un wiki per i comandi e i tutorial ;

 

  • Moai : parola d’ordine semplicità, esteticamente piacevole con comandi  intuitivi  e con tutto quello che serve per realizzare le vostre opere a portata di mano, esempio i comandi per la sfocatura chiara e scura più la possibilità di inserire fumetti per far parlare i vostri personaggi , fornito con tutorial integrato che spiega le varie funzioni  attivabile attraverso il tasto canc da tastiera. All’interno del sito possiamo trovare oltre all’editor anche giochi per dos e windows da poter testare ;

  • Aseprite : (cioè Allegro Sprite editor) è un ottimo editor per creare  pixel art e sprite in movimento , l’interfaccia rispecchia lo stile retro come i precedenti programmi e permette di creare personaggi in movimento, loghi , palette di colore , animazioni e molto altro ancora.

E’ disponibile per Windows Mac e Linux con la possibilità anche di avere a disposizione un file  pdf con i  vari comandi da tastiera e per ulteriore aiuto una pagina wiki completa con alcuni tutorial , lo consiglio più di tutti gli altri.

Riassumendo sono tutti e tre validi programmi con stampo open source , ci permettono di essere creativi senza vincoli , ma un piccolo incoveniente che qualcuno potrebbe riscontrare nel loro uso è la lingua , disponibili solo in inglese , questo limite può essere superato con l’uso di un semplice traduttore e con un pò di pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *